Questo sito è collegato a RST Radio Saiuz Network in collaborazione con la testata giornalistica allnews Pianeta Oggi TV. Per telefonare in redazione 0422 183 2462. Parla del nostro Network con tutte le persone che conosci. *** Ultime Notizie: Caso Open, i sospetti sul presidente dell’ex cassaforte renziana: soldi da Toto per tutelare il gruppo con i politici. I soldi di una consulenza pagati dalla società del gruppo abruzzese all'avvocato renziano, e da quest'ultimo ai conti della fondazione Open, hanno portato la procura di Firenze a iscrivere nel registro degli indagati lo stesso Bianchi, che è accusato di traffico di influenze illecite. Per gli investigatori era una manovra della holding abruzzese, che voleva un intervento favorevole con i politici. Il legale di difende: ha dirottato i 700mila euro ottenuti dal gruppo abruzzese perché Open era in perdita e non avrebbe potuto chiudere i bilanci. - Regionali Umbria, passo indietro di Di Maolo: non sarà la candidata di M5s e Pd. Rinuncia anche Proietti: “Resto sindaca di Assisi”. Stando ai rumors, la presidente dell'Istituto Serafico avrebbe comunicato il suo passo indietro per continuare il suo lavoro nel mondo dei ragazzi disabili. La sindaca di Assisi: "Grazie al M5s per avermi proposta, ma voglio continuare la mia esperienza da sindaca". Dopo i rifiuti, continua la trattativa tra il Movimento e il Partito Democratico, - Conte, faccia a faccia con Landini: “Favorevole al carcere per i grandi evasori. I condoni non possono essere base della disciplina fiscale”. Alla festa della Cgil, il premier sembra tracciare una linea in vista della legge di Bilancio e dei mesi successivi di governo. Ripete di "non avere la bacchetta magica" e, in riferimento al cuneo fiscale, "che le risorse sono poche". Ma garantisce che la rotta del nuovo governo sarà ben chiara e insiste molto su misure per il Mezzogiorno: "Serve una fiscalità di vantaggio, se facciamo ripartire il Sud favoriamo anche il Nord". - Di Maio: “Obiettivo abbassare le tasse, non aumentarle”. E sul taglio parlamentari: “Mercoledì si decide quando. Zero scuse”. In vista della legge di Bilancio il capo politico del M5s scrive un messaggio su Facebook per chiarire e rassicurare. E poi rilancia sulla riduzione degli eletti: "Ci aspettiamo tempi rapidi". - San Gimignano, 15 agenti di polizia penitenziaria indagati per abusi e torture a un detenuto. Quattro sospesi. I fatti risalgono all'11 ottobre del 2018 quando quindici poliziotti in servizio nella casa di reclusione hanno trasferito in un'altra cella un detenuto di origini tunisine. Qui, secondo il racconto di altri detenuti, sarebbe avvenuto il pestaggio. "



sabato 21 settembre 2019

Da oggi in radio e nei webstore 20 Litri di benzina il nuovo singolo di FRANCESCO BELLUCCI


Milano, 20 settembre 2019

Comunicato Stampa 

Da oggi in radio e nei webstore
20 Litri di benzina
il nuovo singolo di
FRANCESCO BELLUCCI

anteprima videoclip dal 2 ottobre su
ALL MUSIC ITALIA
Image
“20 Lt. Di Benzina" è il primo singolo estratto dal nuovo album di Francesco Bellucci “Situazioni Sconvenienti” in uscita nei prossimi mesi.

…Con 20 litri di benzina
Brucio la tua casa perfetta
Ci carbonizzo il suo divano
Do fuoco a tutto quello che amo
Alle tue borse della spesa
Anzi a tutto il supermercato
Alle sue scarpe di alta moda
Brucio tutto quello che mi consola…

“20 Lt. Di Benzina” è sfogo a voce alta. Esplosione di un sentimento irrazionale, irrefrenabile, che dimora dentro ad ognuno di noi. E’ rabbia che diventa canzone, che diventa “Rock”.

Primordiale e ruvido nel suono, tagliente e corrosivo nel testo: Francesco esprime il desiderio ideologico ed utopistico, che si respira spesso nell’aria, di distruggere e bruciare tutto per poi ricostruire cambiando le cose.

Ma “20 Lt. Di Benzina” non è solo questo: è anche la descrizione ironica e precisa di uno spaccato di società dei nostri tempi. Il lato più sottomesso dal consumismo e dal materialismo, che ci rende dipendenti ad un’approvazione fondata sull’apparire e sull’avere più che sull’essere, alimentando l’invidia e l’ira dei soggetti più deboli, schiavi di questo gioco, ma che non riescono a parteciparvi.

Parallelamente, Francesco Bellucci, racconta con autoironia e con scherzo il suo disagio e la sua incapacità nel proteggere i suo affetti e le cose a lui più care, quella sorta di sindrome che colpisce gli inquieti, il malessere del “distruggo tutto quello che tocco”.

FRANCESCO BELLUCCI

Francesco Bellucci è nato a Modena il 20 Settembre 1989. Debutta musicalmente nel 2013 partecipando alla Prima Edizione del Premio Pierangelo Bertoli classificandosi al secondo posto con la canzone “Io Ci Credo Ancora”, pubblicata nel Maggio del 2014.
Nell’Ottobre 2014 ci riprova al Premio Bertoli conquistando ancora il secondo posto con la canzone “Forse”.

Nel 2017 pubblica il primo album “Siamo Vivi” con 13 brani inediti, anticipato dal singolo “Vivere Davvero” e dall’omonimo videoclip presentato in anteprima da L’Espresso.
Con la canzone raggiunge la prima posizione della classifica “Absolute Beginners” stilata da Radio Airplay Italia per il quotidiano online Rockol e vi resterà per sei settimane consecutive.

Selezionato da Radio Deejay per partecipare al Deejay On Stage il 14 Agosto si esibisce a Riccione in apertura al concerto di Francesco Gabbani. Autunno 2017 esce il secondo singolo "Il Mondo Sta Girando” estratto dall’album d’esordio è accompagnato da un videoclip che viene presentato in anteprima su Fanpage.it.

Nel 2018 pubblica il singolo "Che Sfiga Però”, presentato durante la serata finale del Poesia Festival di Modena prima del concerto di Ghemon.

FRANCESCO BELLUCCI nel web

FRANCESCO CAPRINI - FRANCO SAININI
Divinazione Milano Srl
Ufficio Stampa, Radio, Tv,
Web & Social Network
Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano
Tel. 0258310655 mob. 3925970778

MILANO PRESIDIO NAZIONALE CONTRO LA CACCIA

MEDIA ALERT
COMUNICATO STAMPA

MILANO PRESIDIO NAZIONALE CONTRO LA CACCIA 

Sabato 21 settembre dalle 14.30 alle 17.00 al presidio organizzato da LAC contro la caccia a Milano in piazza Duca d'Aosta/Palazzo Pirelli Lac Leal, Lav, Enpa, Cabs,  Lipu, Wwf con altri movimenti animalisti CONSEGNANO LA MAGLIA NERA ALLA LOMBARDIA PER LA DEREGULATION VENATORIA.


Il presidio *scenografico* si svolgerà grazie ad una "massa critica" che si muoverà nella piazza in un grande cerchio, simbolo di tutti coloro che, uniti in difesa degli animali, grideranno il loro no alla caccia. Durante il presidio ci saranno tre flash mob.
VERGOGNOSA LOMBARDIA: La Regione Lombardia vince quest’anno la “maglia nera” per la deregulation venatoria in Italia.
Il calendario venatorio lombardo è stato emanato illegittimamente con una legge e non un atto amministrativo, espediente che impedisce un qualsiasi ricorso diretto al Tar.
Inoltre, questo calendario è stato approvato nel lontano 2004 e sta andando avanti ad libitum. 
Non esiste neanche un piano faunistico venatorio, strumento obbligatorio per legge, necessario per una gestione faunistica su base regionale.
Come se questo non fosse sufficiente, malgrado la caccia inizi la terza domenica di settembre, anche quest’anno si assiste all'apertura anticipata a Brescia, con grave danno (e disturbo per tutti gli animali selvatici e le attività turistiche ancora in atto. Non si è raggiunto il fondo nemmeno con la consueta deroga allo storno, che infatti partirà dall' 1 settembre. Un altro regalo ai soliti privilegiati che potranno metter mano al fucile.
Dove però la Regione Lombardia ha dato il peggio di sé quest'anno, la vera aberrazione giuridica e scientifica, è stata la riapertura degli enormi impianti (roccoli) per la cattura di uccelli selvatici, da regalare poi ai cacciatori come richiami vivi.
Negli infiniti tentativi di azzerare le convenzioni europee sulla tutela della fauna e le competenze dello Stato, la giunta regionale, con una delibera, riapre 24 luoghi dell’orrore a Brescia, Bergamo e Lecco per imprigionare ufficialmente 12.700 tra merli, tordi bottaccio, tordi sassello e cesene.

Ufficio Stampa presente 
Silvia Premoli Animal Press 
cell 3280440635